Su di noi

Produttori

Dal 1880 ad oggi  l’Enoteca Dalla Valle offre esperienza, professionalità e voglia di trasmettere quelli che sono i valori legati alla terra in cui viviamo:  la Valtellina.

Il commercio del vino valtellinese è parte essenziale della storia e della cultura della nostra famiglia ed è il cuore ed il motore della nostra attività.

La cultura vitivinicola è legata strettamente al nostro territorio e fa parte dell’economia di una terra che è in grado di offrire prodotti d’eccellenza in termini di qualità.

La famiglia Dalla Valle, con il bisnonno Stefano e la moglie Maddalena Paternoster, iniziano la loro attività (osteria e mulino) nella casa del Beato Mario Omodei nel lontano 1880.

Dal 1880 ad oggi, l’Enoteca Dalla Valle offre esperienza, professionalità e voglia di trasmettere quelli che sono i valori legati alla terra in cui viviamo: la Valtellina. Valori che ritroviamo anche in una bottiglia di buon vino valtellinese.

Le cantine della vecchia casa del Beato Mario (cui apparve la Madonna nel 1504), di proprietà della famiglia, venivano già allora utilizzate per conservare al meglio i vini Valtellina e i salumi di propria produzione. Le bottiglie di vino prodotte in questa valle sono quindi accolte fra le mura delle cantine dell’Enoteca per essere conservate al meglio e mantenere nel tempo quelle caratteristiche particolari in grado di regalare a chi le acquista non solo il gusto del piacere e della convivialità ma anche  un pezzo di storia e di cultura appartenenti alla nostra valle. 

A partire dal 1920 il figlio di Stefano, Aldo, dà l’avvio al commercio di vino, soprattutto valtellinese, arrivando anche ad imbottigliare con il proprio nome un ottimo Sassella ed un rosso di Valtellina. In  quegli anni la cantina aveva  una capienza di 250 hl in vasche di cemento e 100 hl in botti di rovere.

Nel periodo fra gli anni 50 e 70 si cessa l’imbottigliamento dei vini valtellinesi si ampliano i magazzini per concentrare l’attività in particolare nel commercio dei vini, liquori, birra e acque gassate.

L’Enoteca è aperta al pubblico nella sua attuale veste e struttura dal 1978.

Dalla Regione Lombardia il riconoscimento di Negozio Storico